Sigaretta Elettronica, è già crisi ? 4


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 3685 volte.

Crisi-economica

In questi giorni leggevo con attenzione le offerte dai vari shop online.

In genere capita, in certi periodi dell’anno, che gli shop facciano a gara a chi offre sconti più alti ma poi mediamente durante l’anno e lontano da momenti particolari (Natale, ferie, etc etc) non ci sia la corsa ad offrire gli sconti.

Tuttavia ho notato che in questo periodo c’è stata una vera e propria corsa all’offerta del miglior sconto e sono partite percentuali anche alte eppure è un momento normale dell’anno …

Quando uno shop arriva a offrire sconti significa che vuole ingolosire i clienti perché, diciamocelo, non sta vendendo quanto vorrebbe.

Poi per caso mi sono imbattuto in questa discussione su ESP dove in pratica l’oggetto della discussione è il calo di persone che si vedono nei negozi fisici.

A Siena, sebbene per ora ci sia andato poco, non ho notato questa cosa anzi il contrario tuttavia che la Nord si inizi a registrare questo effetto saturazione penso che sia del tutto normale.

Intanto è inutile negare che c’è stato un boom di aperture dei negozi, sia fisici che online e questo è avvenuto nei primi mesi dell’anno, proprio a ridosso delle famose pubblicità di Ovale (Cesaroni) che hanno fatto da “apripista” a questo fenomeno.

Poi cosa è successo ?

E’ successo di tutto di più e in particolare dai media (carta stampata, web e TV) sono arrivate notizie confuse e dispersive che anziché favorire la sigaretta elettronica secondo me l’hanno penalizzata e neanche di poco.

Per questo a seguito di un boom iniziale adesso penso che sia normale che si registri una contro-tendenza.

E’ il boomerang che una volta lanciato … torna indietro !

Ma non è solo questo. Purtroppo no. In parte è anche colpa della sigaretta elettronica in sé che ahimé ancor oggi non è un sistema perfetto ed è ancora lontano dall’esserlo.

Gira e rigira se ci pensate sono 2 anni precisi che si sta ancora andando avanti con sistemi phantom e sistemi tank ego-c.

Questi sistemi per chi come me li conosce sono utilizzabili, perché so, e voi vissuti lo sapete, che con qualche piccola mod bene o male si usano.

Mettetevi nei panni di quello che sente la pubblicità e corre in negozio a comprare il phantom:
– e ogni tanto mentre tira sente il glo glo della condensa che si è accumulata;
– e ogni tanto trova l’esterno del phantom umidiccio e si trova la camicia o la borsetta macchiata …

Mettetevi nei panni di quello che sente la pubblicità e corre in negozio a comprare l’ego-c:
– e ogni tanto trova umidiccio intorno alla cartuccia e camicia e borsetta macchiata e profumata di aroma;
– e ogni tanto fa un tiro a secco con stilettata e ogni tanto al contrario l’atom s’ingolfa perché non sa tirare …

… a queste cose aggiungeteci:
– su internet hanno letto che la sigaretta elettronica potrebbe fare male come l’analogica;
– alla TV dottori esperti hanno detto che servono analisi e studi per dimostrare che la sigaretta elettronica non fa male;
– alla TV e nel giornale parlano di continuo di sigarette elettroniche sequestrate perché non a norma …

… sapete cosa fanno 5 fumatori incalliti su 10 che sono passati alla sigaretta elettronica ?

Prendono e tornano all’analogica, poco ma sicuro !!!

MA NON SOLO !!!

Questi 5 sono mine vaganti, da quel punto in poi parleranno malissimo della sigaretta elettronica facendo il passaparola al contrario !

A tutto questo aggiungeteci che molti dei negozi che hanno aperto sono investimenti di imprenditori che hanno preso uno o due commessi e li hanno messi li a vendere come se la sigaretta elettronica fosse equiparabile a biancheria intima o calzature … e chiaramente se il supporto e la conoscenza non c’è … il cliente è perso e ogni cliente perso comporta almeno 10 clienti che potenzialmente non acquisirai !!!


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


4 commenti su “Sigaretta Elettronica, è già crisi ?

  • kwadwo

    Ciao Michele penso che tu abbia centrato il tema. Anch io infatti son passato da elips c alla emini ma dopo un po’ o pe un problema o per un altro m’hanno deluso, non erano adatte a mè e i commessi non son riusciti a capire quello di cui avevo bisogno; solo grazie al tuo forum ho capito che la twist o vision spinner faceva al caso mio, funzionale, comoda, mi soddisfa molto, nn perde liquido ecc ecc.. Quindi per ora ho trovato il giusto equilibrio, grazie a un blog e nn a un negozio fisico for purtroppo hanno interesse a vendere e a far si che il cliente torni spesso magari per acquistare i nuovi hardware che d volta in volta propongono senza avere la competenza e capacità di capire quale sia il giusto compromesso adatto al cliente.

  • ArabaFenice

    A me è sempre piaciuto fumare ed ho iniziato a svapare perchè mi mancava il”fumo”digitale,quindi ho iniziato per curiosità e non con l’idea di smettere di fumare,quindi con nessuna aspettativa,poi con un “minimo” di disponibilità finanziaria e con una certa flessibilità mentale,ho voluto saperne di più della classica Ego 650 ed ho cominciato a battere a tappeto i forum ed a provare(non provari) vari sistemi e sono arrivato alle Box,al liquido giusto con spirito d’avventura,prendendo il tutto come un gioco e strafottendome di vari bla bla dei mass media che sono qui,in politica,in economia etc etc sempre di parte e altro dai miei interessi come cittadino.Poi lo svapo non può essere”banale ed automatico” come una sigaretta,sottintende una partecipazione consapevole,un’autonomia nei giudizi ed una dose di determinazione.

  • MarcelloR

    Ciao Michele. Effettivamente nei negozi fisici si vede meno gente che non 3 o 4 mesi fa (quando di fatto io ho cominciato a svapare). Probabilmente però le cause variano da zona a zona del paese. A Monza e provincia, per esempio, uno dei motivi del calo di “ressa” nei negozi è da ricercare a mio avviso nella ormai “mostruosa” quantità dell’offerta. Ti posso assicurare che qui i negozi sono spuntati come funghi. Buttarsi nel commercio della esig in un momento storico del nostro paese in cui tutto sta fallendo (sgrat sgrat!), deve aver “bacato” un po’ il cervello a molti imprenditori (o aspiranti tali), attratti evidentemente dai facili guadagni. Si è arrivati ormai all’assurdo che in certe zone trovi, in strade di qualche centinaio di metri… 3 negozi di esig (e per fortuna di brand diversi!).
    Non ha grande senso… e (non me ne vogliano le eventuali persone interessate) soprattutto non è neanche un buon segno di “intelligenza imprenditoriale”. Vendono tutti prodotti similari… vendono tutti gli stessi aromi… e ovviamente la “massa” si sposta dove può spendere meno. Sono convinto infatti che al rientro delle prossime ferie estive… molte delle saracinesce torneranno tristemente ad appendere il cartello “Affittasi”.
    Sono poi invece totalmente in accordo con te sul discorso della “qualità” del servizio. Un buon negoziante (di qualsivoglia prodotto) deve essere innanzitutto lui stesso “utente” della merce vende… e nel caso delle esig deve essere un ex fumatore “convertito”. Questo perchè nel presentarti un prodotto ci mette quello spirito in più che un non fumatore non è in grado di avere… perchè non ha mai sperimentato la “stupudità” di aver fumato per anni sigarette analogiche. A me è capitato di entrare in negozi dove mi son trovato davanti commessi “mosci” che davano l’impressione che vender mutande o sigarette elettroniche… era esattamente la stessa cosa. Non parliamone poi se cominciavo a fare domande tecniche (si fa per dire!) del tipo “di quanti ohm è la resistenza?”: mi guardavano con una faccia strana manco avessi appena parcheggiato davanti al negozio un UFO di ritorno da Marte. Ovvio che in negozi del genere non punterò mai più il piede neanche per sbaglio…
    A mio avviso, dopo il boom iniziale resisteranno due tipi di negozi:
    1) quelli facenti capo a grossi brand perchè potranno vendere la loro merce a prezzi che si avvicinano ai negozi online
    2) quelli che oltre alle semplici EGO… venderanno anche qualche “oggettino” interessante.
    L’altra giorno sono in auto e mi cade l’occhio su un aggeggio luccicante presente in una vetrina dell’ennesimo negozio di esig. Parcheggio l’auto appena posso e torno alla vetrina. Gulp!… avevo visto bene. Per me che mi ritengo un neofita dello svapo… di fronte ad un luccicante GG con UFS a momenti svengo. Non è vendita (anche se ne ha due)… ma quel negozio passerà indenne dal marasma di negozi di esig uno sopra l’altro perchè oltre alle “commerciali” EGO (sulle quali si ha abbondante margine di guadagno) cercherà di soddisfare anche i “palati fini” con oggettini di “ricercata prelibatezza” dello svapo… con piccoli ricarichi sul prezzo dell’acquisto online. Acquisito il cliente… questo ci ritorna anche se sarà consapevole di poter spendere meno online. Ma ci ritorna per la sua competenza e professionalità. Quello è un negozio che consiglierò ad altre persone anche per l’acquisto di un banale CE5…

  • angelox
    angelox

    E’ vero, mi sono proprio rotto di basi,aromi e sistemi che funzionicchiano.
    Io torno alle analogiche.
    Ma a chi voglio prendere in giro?
    LOL

I commenti sono chiusi.