Smok Guardian ePipe II 8


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 8882 volte.

La pipa è un qualcosa che non ho mai avuto il piacere di possedere ma che sotto sotto ha sempre attirato la mia attenzione e cosi qualche settimana fa dopo aver visto la Smok Guardian ePipe II in mano ad un paio di miei amici mi è salita la scimmia e me la sono presa.
Dopo aver googlato l’ho trovata in Germania in questo sito dove con 62 € compresa spedizione me la sono portata a casa ed è arrivata in 5 giorni lavorativi.

pipa_001

L’ho fortemente voluta e l’attesa dopo l’ordine è stata quasi snervante.
E purtroppo come spesso accade in questi casi maggiore è l’ansia da attesa e maggiore sarà la delusione nel caso in cui l’oggetto non corrisponda esattamente a quello che ti aspettavi.
Questa ePipe io l’ho presa perché Smok dichiarava potenza fino a 15w e per il tipo di svapo che intendevo farne io ho ritenuto che 15w fossero sufficienti per godersela appieno.
Poco importa se la 18350 sarebbe durata poco, tanto l’avrei usata la sera al PC e non certo per portarmela a spasso.
Il problema, purtroppo, è che è grassa se arriva a 11w effettivi. Troppo pochi, ahimé.

La Guardian pesa 210 gr batteria inclusa e non è un peso piuma ma considerando il tipo di impugnatura il peso non è certo un grosso problema.
E’ di acciaio e di legno, cosi dichiara la Smok.
Quello che posso dire che la qualità percepita è davvero molto alta e la pipa è fatta veramente molto molto bene.
L’unica nota dolente è il tasto: ha una corsa molto lunga e va premuto rigorosamente in centro per evitare impuntamenti o mancate attivazioni.

pipa_005

pipa_006

Ogni volta che si cambia batteria va in OFF e con i classici 5 click si accende.
A questo punto abbiamo una ghiera con 5 posizioni utili (da 6w a 10w e da 10w a 15w) e per cambiare “scala” bisogna premere 3 volte il pulsante dopodiché il led passerà da un colore celeste chiaro ad un colore celeste scuro.
La rotazione della ghiera è contrastata e ad ogni watt corrisponde un “punto” di blocco della ghiera stessa che quindi mai si muoverà da sola accidentalmente.

pipa_003

A corredo un anello adattatore che trasforma il nativo attacco eGo ad un attacco 510 diametro 22 mm.

pipa_009

pipa_004

Dentro è fatta benissimo come potete vedere dalle foto.

pipa_008

L’ho usata molto poco purtroppo perché quando ho capito che non c’era trippa per gatti (pochi watt) ho deciso immediatamente che me ne sarei liberato quanto prima, ancor prima che mi fossero arrivati i tip specifici per pipa appositamente ordinati da Fasttech.

Purtroppo spinge poco, questo è il grosso problema. Ho provato diverse rigenerazioni da poco più di 1 ohm a poco sopra i 2 ohm ma il discorso non cambia, spinge poco.
Probabilmente con un sistema Kanger a wick (7-9w) va benissimo ma per usarla con sistemi di alimentazione più importanti che richiedono 13-14w non c’è potenza a disposizione.
Peccato, davvero peccato. Ci sono rimasto malissimo.

pipa_002

pipa_007

Il verdetto è: rimandata a settembre. Perché è fatta molto bene e il costo è giusto ma non fa quello che promette ma chiaramente come ho già scritto se uno si accontenta degli 11w allora può anche andare bene. Voglio chiarire che non ho avuto modo di misurare con precisione i watt che riesce ad erogare e mi sono basato esclusivamente sulle mie sensazioni.

Il video comunque l’ho fatto e ve lo posto e ora che l’articolo viene pubblicato l’ePipe è già in mano al nuovo proprietario ancor prima che siano arrivati i tip da Fasttech ossia questi, questi, questi e questi. Quando arriveranno li utilizzerò per una ePipe che mi farò con la 3D e un DNA :).


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


8 commenti su “Smok Guardian ePipe II

  • Stefano17
    Stefano17

    Grazie Michele..

    Mi hai incuriosito sul progetto pita realizzata con stampante 3D e DNA.. Non vedo l’ora..

  • lucky4

    Scusa se te lo dico,ma non te la potevi tenere?
    Essendo una pipa,che presuppone un”tiro”differente,non potevi,che so,aumentare la concentrazione di nico e aromi,in un liquido appositamente preparato ?
    Cmq prevedo un ottimo risultato,pqr il Tuo progetto in merito.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ciao Lucky come ben sai non sono il tipo che tiene oggetti belli ma che poi non utilizzerò 🙂

  • pico

    Che peccato!! Pur non amando il legno “effetto radica”…una pipa VW sarebbe stata davvero interessante anche per me che uso quotidianamente una LimeLight (con tutti i suoi limiti).
    Sono curioso di vedere cosa riesci a tirare fuori con il DNA. 😉

  • Lbrt

    Michele, grazie per il link ai drip tip su FT: mi hai risparmiato un bel po’ di fatica. 🙂

    Confermo le tue impressioni riguardo al poco “spunto”, però per il tipo di svapo che ci devo fare io 10 o 11 watt vanno più che bene.

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Mi sono arrivati ieri 😀
      Però li tengo non si sa mai 😀
      Si se ti basta quella potenza va benone 🙂

I commenti sono chiusi.