Taifun GT by Fasttech: mah !!! Ma vaff !!! Rimandato a settembre !!! (agg. x3) 37


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 13812 volte.

Mi è arrivato qualche giorno fa il Taifun GT clone di Fasttech, esattamente questo qua.

Solita confezione dell’originale, con su scritto “Made in Germany”.

Dopo accurato lavaggio l’ho rigenerato per testarlo.

Parliamo di com’è fatto.

E’ fatto bene. Certo, non è al pari dell’originale. Ma costa 15 € spedito, di più è davvero difficile chiedere.
A corredo un cacciavite piccolo, un pezzo di wick, filo resistivo e mesh.
Non ci sono oring di scorta a corredo ne tanto meno i tubicini di riduzione per la regolazione dell’ariosità.

Tutte le parti sembrerebbero in acciaio, fatta eccezione per la zona alza della base, quella che sostiene le torrette tanto per capirsi, che a naso mi sembra ottone cromato, ma non sono sicurissimo.
Se si svita la vite del pin centrale (che non è regolabile) si allenta una delle due torrette provocando una sensazione alquanto fastidiosa quanto si deve fissare il filo resistivo.

Tutte le parti si avvitano e svitano bene fatta eccezione per il tubo trasparente sulla base che ha un resistenza “variabile” come se una delle due parti fosse ovalizzata. Si serra comunque bene e non ci sono perdite di liquido (ad ora).

Non ho riscontrato tracce di ruggine nei pezzi che lo compongono.

Il tip a memoria pare una federe riproduzione dell’originale che tanto mi era piaciuto. Meno male.

Il cilindro che dopo la rigenerazione va sfilato verso l’alto oppone molta resistenza, c’è molto attrito con l’oring interna. Secondo me non durerà molto quell’oring, ma spero di sbagliarmi.

L’ho rigenerato con 2 wick da 3 mm e khantal da 0.20.

Parliamo di come funziona.

E’ partito subito, alla prima rigenerazione.
Con il kick a 12w spaccati (circa !) si alimenta bene e, sempre a memoria, mi pare che funzioni come l’originale.
La produzione di vapore è ottima.
La resa aromatica per ora è discreta, vedremo se migliorerà.
L’hit è il pezzo forte, hitta benone, siamo ai livelli del Kayfun.
L’ariosità per fortuna è quasi giusta, un pelo più arioso lo avrei gradito e come dissi all’epoca dell’originale l’assenza della regolazione dell’aria è una vera pecca per un oggetto del genere (voglio dire, poteva copiare il Kayfun …).

Insomma non male.

L’unico piccolo ma stratosferico problema di questo sistema è il peso.
Porca miseria se pesa, sopra al Galileo è un mattone da svapare rispetto al Kayfun/Russian.
Cioè, se tanto mi da tanto finisce nel mercatino in ogni caso, anche se funziona bene.

Per chi vuole vedere come si rigenera vi linko i video che feci all’epoca, perché per questo non farò video.

La conclusione e le prime impressioni.

Qualche foto:

Aggiornamento del 18/02/2014

Dopo averlo usato un paio di giorni ho optato per rigenerarlo ed è iniziato il calvario.
Di fatto il problema è che la ghiera che si deve alzare dopo la rigenerazione è durissima e per fare forza succede che il pin da sotto fa pressione sulla oring di tenuta la quale … esce e rimane in mano tutto.
Cioè, no comment.
Inoltre una delle due torrette allenta sulla parte sotto e traballa tutto.
Io non so quante varianti di Taifun GT ci siano ma questo è fatto veramente male sotto questo aspetto. Non posso consigliarlo mi spiace.
Peccato perché funziona pure bene una volta rigenerato.

Le foto:

IMG_20140218_222222

IMG_20140218_222450

Aggiornamento del 20/02/2014

In questo preziosissimo post l’amico Creedrob mi ha dato una dritta per il mio Taifun.
In pratica non è stato montato bene in fabbrica.
Ho provato a fare come da lui suggerito, ma il “clock” di aggancio non lo faceva e quindi sono ricorso all’imparziale (il martello) che, ovviamente, ha vinto.
Ma ha perso il Taifun … ossia la zona torretta si è inchiodata in obliquo e … ciao ciao.

IMG_20140220_212330

Ho inviato un ticket a Fasttech, vediamo cosa mi dicono.

Aggiornamento del 24/02/2014

Fasttech ha risposto al mio ticket dicendomi che mi rimanderanno con il prossimo ordine una base completa.
Sotto questo aspetto sono molto disponibili.
Nella risposta han scritto che hanno migliorato il processo qualitativo del Taifun per cui non ci sono problemi.
Speriamo sia vero !
Quando arriverà continuerò la “recensione”.

Aggiornamento del 22/04/2014 – Agg. x3

Ricordate ? Eravamo rimasti al 24/2 quando in pratica il mio Taifun GT clone era diventato inutilizzabile causa smontaggio della base e impossibilità di rimontarla.
Fasttech me l’ha rimandata 3 settimane fa e in queste 3 settimane di tempo nei ritagli di tempo ho fatto alcune prove e c’ho svapato 4 o 5 tank pieni.
La base di ricambio che mi hanno mandato funziona bene ed è fatta bene.
Sono rimasto sorpreso dal pezzo che scorre intorno alle torrette per come scorre fluido sull’oring. A questo giro il ricambio ha reso il tutto molto ma molto simile all’originale.
L’unico difetto che ho riscontrato e che non ricordo che l’originale avesse è che le viti delle torrette tendono, in maniera fin troppo invadente, a “tirare” il filo resistivo quando si stringono con il conseguente “strangolamento” della wick per cui il consiglio che do è quello di fare un giro completo attorto alla vite (360°) e poi serrare. In questo modo l’effetto di tiraggio del filo resistivo si riduce di molto.

Per il resto posso dire che l’oggetto funziona, da il meglio di sé con 2 wick da 2.5 mm o 2 wick da 3 mm entrambe avvolte con filo resistivo.
Nessuno vieta però di usarlo con una mesh e una wick appoggiata sopra a mò di flavour wick oppure, come vedrete nelle foto sotto, avvolgendo una singola wick da 2.5 mm e appoggiandocene un’altra sopra (flavour wick).
Sinceramente ritengo che la doppia wick da 2.5/3.0 mm (entrambe le wick avvolte) sia il miglior setup.
Se il tutto è rigenerato bene si può svapare dai 10w ai 13w senza problemi, si alimenta davvero bene.

Tuttavia come sistema lo rimando a settembre per i seguenti motivi:
– è grosso e pesante ma la capienza effettiva di liquido è ridicola;
– non ha la regolazione dell’aria (quello di FT non ha i tubettini intercambiabili): segnalo questa mancanza perché secondo me in questo clone il tiro è appena appena troppo aperto e lo avrei gradito un pelo più chiuso e visto che c’erano potevano mettere i tubetti di riduzione pure nel clone …

In parole povere non consiglio l’acquisto.

Qualche foto della rigenerazione wick singola avvolta + flavour wick.

DSC_1078

DSC_1079

DSC_1080

DSC_1082

DSC_1083

DSC_1085

DSC_1086

DSC_1087

DSC_1089

Colgo l’occasione anche per segnalazione il liquido pronto Apple (mela) di Fumador.
Come sapete su EsigarettaPortal.it il negozio Fumodigitale a 100 fortunati vapers ha omaggiato tutta la gamma dei liquidi Fumador. Un amico (Cus2k) me ne ha omaggiato qualcuno tra cui appunto la Apple.
Via via ho provato diversi fruttati che mi avevano scocciato subito perché troppo dolci.
Ebbene questa Apple di Fumador è un ottimo liquido. E’ un fruttato dolce ma non dolce al punto tale da stufare dopo mezz’ora. Questo non stufa e si lascia svapare, non tutto il giorno, ma per qualche ora è piacevole da svapare per staccare da altro. L’ho provato sul Taifun e sul Kraken clone a mesh.

DSC_1090


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


37 commenti su “Taifun GT by Fasttech: mah !!! Ma vaff !!! Rimandato a settembre !!! (agg. x3)

  • alefuz

    ciao michele, io uso il taifun gt ormai da un po’ e devo dire che è un sistema ottimo, non posso permettermi l’originale perché costa troppo, io l’ho rigenerato con 2 wick da 2mm e allagamenti non ne ho visti. l’unica pecca del taifun di fasttech è il pezzo di plastica…. io l’ho sostituito con l’altro tutto in acciaio…..
    Devo dire che tutte le cose in PMMA di fasttech durano poco.

  • araizir

    Ciao Michele,
    Quindi in definitiva, fare acquisti “mirati” su Fasttech è consigliabile, non credi ?
    Naturalmente con molta pazienza e con la giusta “tolleranza” sulla qualità costruttiva.

  • MINOTAURO

    Ciao Michele, mi è arrivato ieri, caspita è fatto molto bene e costa poco. Oggi lo metto in funzione.
    Solo una domanda…… il tubetto che parte dal tip non arriva al camino, lasciando esposta il foro in alto con il rischio che il liquido entri e allaghi la camera . È solo un mio dubbio?
    Grazie mille

        • Jack Palladilegno

          Mi incuriosiscono questi sistemi rigenerabili.
          Secondo te Michele la differenza di resa fra questi sistemi e i vari bcc (kanger, protank 2, evod ecc.. ecc..) ne giustifica il costo ?
          (non parlo di questo da 15 euro che è una spesa più che sostenibile)
          Voglio dire, ero tentato da prendere il Kayfun Lite perchè ho visto molte recensioni positive ma visto il costo mi chiedevo se è davvero “un altro mondo” rispetto a come sto svapando attualmente.
          Tieni conto che ho una Evic e una Z-max.
          Per quanto riguarda la rigenerazione non è un problema ovviamente perchè ho visto che è semplice e comunque già ho una buona esperienza con i vari bcc.
          Ciao e grazie

          • mc0676 L'autore dell'articolo

            Bella domanda 🙂
            Allora se devi spendere 120-130 € per uno di questi sistemi la risposta è secca chiara e convinto: NO, NON NE’ VALE LA PENA.

            Se però il gap si dimezza, vedi lite plus a 70 € allora la spesa può valere specialmente se hai già dei BB da sfruttare per l’occasione 🙂

            Se hai esperienza di rigenerazione con i BCC allora sarà una passeggiata 😉

  • alefuz

    Salve a tutti, io il taifun gt di fasttech non vi ho riscontrato tutti i difetti sopra elencati , cmq per avere il taifun originale e spendere la metà’ basta comprare la base originale che costa 45 euro e mettere tutto il resto di fasttech con poco più di 60 euro avete il taifun perfetto al metà prezzo. A prezzo pieno non vale la pena ma a metà prezzo si. Cmq per me quello di fasttech e’ perfetto basta essere delicati

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      So stato sfigato io, il mio è appena finito nel cestino 🙂
      La base non era stata montata a dovere e la parte centrale si è inchiodata nel mezzo dopo aver tentato di montarla a dovere.
      Ho fatto una richiesta di reso merce.

  • alefuz

    Esiste anche il tank small che lo fa diventare davvero molto piccolo e comincia ad essere anche. Meno pesante

  • Kanarus

    Mi permetto un consiglio, se volete un taifun gt che funziona perfettamente ed è fatto con materiali simili al originale orientatevi su quello di vaporfreak… 49 euri. Li vale ampiamente.

    • Fabio88

      Ciao kanarus…io ho quello di freak lo tenuto a mollo una settimana prima con sgrassatore poi con aceto e lo risciacquato ma puzza lo stesso credo che sia il tank…ora voglio provare a prendere il tank nano originale per vedere se cambia qualcosa…sui materiale..e’ acciaio non si discute a differenza del fogger che dopo due giorni in acqua a cacciato rugine!!! una domanda…tu gli ai fatto qualche trattamento..oppure sono io idiota che lo avvelenato con lo sgrassatore? 🙁

  • alefuz

    Ciao Michele, volevo chiederti se avevi provato il taifun gs , io l’ho provato e va come il gt anche se la rigenerazione e’ un po’ più impegnativa rispetto al fratellone , l’ unica pecca che un 1cm più lungo. In quanto a fumosità e aroma sono uguali , il drip tip a corredo e’ fantastico secondo me. Come sistema da passeggio se non guardiamo la lunghezza che con una ego twist da 1000. Arriva a 20 cm e’ perfetto

  • alefuz

    ciao michele , volevo dirti che ho provato a rigenerare il taifun con nr-r-nr con i soliti ohm ,con le solite 2 wick da 2,5mm con 8 dentro, non si allaga, ma la cosa più strana e positiva che è aumentato di parecchio la fumosità e comunque le prestazioni in generale. Può dipendere dal fatto che ho usato il non resistivo, oppure è sola una mia impressione ?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Assolutamente non può dipende dal non resistivo, nel modo + assoluto 🙂

  • frik

    Ordinato spero mi arrivi non difettoso come quello di mc0676 mi arrivera’entro il 15 giugno.
    Domanda possibile dopo 4 resistenze Fatte al russian91 e resistenza stabilizzata da subito fatte bene dopo nemmeno u1 ml sisente l’ aroma cattivo quasi di bruciato ho cambiato le oring del pin ma niente come puo’ essere?

  • frik

    No a tratti si alimenta bene e a tratti no devo girare il ba e trovare la posizione giusta ma dopo ritorna il puzzo di aroma bruciato Tipo quando la resistenza non e’ stabilizzata

  • alefuz

    Ciao Michele; concordo con te che il taifun è troppo pesante quindi un pò fastidioso. Sul tiro arioso ora ft ha fatto una seconda versione in mio possesso con i tubicini intercambiabili. Volevo farti una domanda: hai mai notato sul magoo che il tipo di Wick cioè la qualità fa una differenza strabiliante? Le Wick di zivipf che ho preso non rendono come quelle di etigara. Può essere oppure mi sto sbagliando ? Grazie

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Beh la wick di qualità fa la differenza su tutto ! 🙂

  • frik

    Ciao scusami michele ho appena visto la tua videorecensione del magoo e parli del filo positivo del non resistivo,ma come si riconosce il filo positivo da quello negativo?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Al tatto (è + chiaro e è morbido).
      Ma non è il modo migliore.
      Il modo migliore è un tester.

  • xxxfabioxxx

    Ciao Michele, anche io l’ho comprato su Fastech, nel mio come dotazione ci sono 7 o-ring, silica, kantal, e 2 tubicini dell’aria; l’avrò rigenerato 10 volte nel giro di due giorni seguendo il tuo video su youtube, all’inizio mi usciva sempre il liquido dal foro dell’aria, mettevo 2 wick che comprando su svapoweb che avrebbero dovuto essere da 2.5 mm ma poi misurandole mi sono accorto essere da 1.5 mm, quindi aumentando il numero delle wick non si allaga più; ma il problema non è questo, il problema è che proprio il sentore degli aromi è quasi zero, niente a che vedere con il mio Kanger t2 che ho pagato 2 euro e sessanta centesimi dove la percezione degli aromi si sente a 1000.

      • xxxfabioxxx

        Ciao Michele la wick l’ho comprata su Svapoweb ( è questa http://www.svapoweb.it/ricambi-per-atomizzatori-e-cartomizzatori-sigaretta-elettronica/Wick-and-Wire/silica-2-e-5-mm-3-metri); il Kanger t2 rigenerandolo con un tipo di wick simile va super bene.
        Adesso sto aspettando il Kanger Protank 3 visto che ne hai parlato bene come resa aromatica, non è che voglio cambiare il mio amato Kanger t2 con il quale mi trovo “BENISSIMO”, è solo che su il Big Battery (TESLA) non è che ci stia benissimo esteticamente, difatti il Taifun gt l’ ho preso solo per che sul B.B. ci sta bene, sul Tesla poi sembra proprio che sia il suo atomizzatore originale.
        Boh forse sono abituato con sistemi con wick lunghe, il justfog 1453 che nella versione originale a 1 wick cortissima come resa aromatica secondo me è così /così rigenerandolo con 1 wick lunga la resa aromatica è migliorata tanto.
        Visto che tu sei un esperto in questo campo, ti chiedo esiste un sistema tipo Taifun GT quindi bello e grossotto, che abbia la torretta posizionata in alto,
        in maniera che si possano usare wick lunghe anche 2/3 cm che escano dalle parti tipo il kanger t2 ?
        Io avevo adocchiato l’ ARNOLD, da quanto mi sembra di aver capito , sembra aver le torrette in alto, ma sembra difficilissimo da rigenerare > http://www.youtube.com/watch?v=5VWwBCWByLg

          • xxxfabioxxx

            Ciao Michele, oggi ho provato per la prima volta a rigenerare il taifun gt a mesh.Ti volevo chiedere, come mai dopo aver avvolto il Kanthal sul rotolino di mesh e sono andato a provare se funzionava mi si è tagliato da una parte il filo, (kantal 0.18), cioè si è bruciato?
            Mi ha fatto questo scherzo per 3 volte, per fare le prove ho usato un vattaggio basso e le resistenze erano di circa 2.5/3 ohm, quindi non le ho bruciate per che ho dato troppa corrente, inoltre durante la prova tutte le spire non si accendevano e sono sicuro che non c’erano Hot Spot avendo fatto solo 3 spire e ben distanziate tra loro.
            Se ti può interessare, Fastech ha ritirato tutti gli atomizzatori marchiati Taifun gt, probabilmente per che qualcuno si è incacchiato e loro hanno rimesso in vendita lo stesso tipo di atomizzatore senza la scritta Taifun gt , ma con in più una ghiera sulla base per la regolazione dell’aria a 4 fori.

            • mc0676 L'autore dell'articolo

              eheh caro mio, la mesh non è wick, devi prima farti una cultura.
              Guardati il video del sat22 o cerca l’articolo relativo alla mesh.
              La mesh va ossidata e vanno tolti gli hot spot, insomma non è che l’arrotoli e la monti e fine del chjasso.
              Si ho visto del GT 🙂

I commenti sono chiusi.