The Coiler – Agg. x1 in Produzione 2


Articolo letto 2628 volte.

Eccoci qua !
Potevo stare troppo tempo senza fare un video ?
Evidentemente no !
Scherzi a parte nel momento preciso in cui ho pensato questo “coso” (The Coiler !) ho deciso che avrei fatto un video tutorial del montaggio. Ma tranquilli seguirà anche un altro video dove vi farò vedere le ultime box che mi sono fatto e dove, soprattutto, vi parlerò del DNA75 oramai in uso da un mese e passa.
Questo non vuol dire che riprendo a fare video ! Vuol dire che ogni tanto facilmente qualche video lo pubblicherò, in qualche occasione che merita tanto per capirsi. Gli articoli rimarranno commentabili nel blog per 10 gg dalla data di pubblicazione.

The Coiler

The Coiler è un cazzarillo che permette di farsi le coil più complesse in casa abbastanza facilmente e piuttosto precise. Indubbiamente questo progetto interesserà a chi dispone di un 3D o di un amico con la 3D perché la sola stampa delle parti richiede poco meno di 20 ore e quindi farselo stampare da qualcuno potrebbe richiedere cifre che non ha senso spendere per un oggetto del genere.
Quello che non si stampa (alimentatore, circuito, viti e motore) ha un costo molto limitato, siamo sui 15 € poco più.
In pratica questo oggetto permette di avere circa 15 cm utili di area di lavoro con la coil che gira da entrambe le parti e quindi trova sua naturale applicazione nella realizzazione di clapton o juggernaut.
Le clapton anche grazie alla pinza che vedrete nel video vengono pressoché perfette. Le juggernaut richiedono manualità ma non escono affatto male.

Elenco delle parti

Il motore da usare è un 12v versione con riduttore (moto-riduttore) e del modello che ho scelto se ne trovano essenzialmente due varianti: 100 e 300 giri al minuto.
Alcuni link di acquisto: versione 100 giri Europa, versione 100 giri Cina, versione 300 giri Europa, versione 300 giri Cina.
In ebay comunque ne trovate da diversi shop, è piuttosto diffuso. E’ chiamato 12GAN20.
Il circuito è il PWM che ho usato per l’agitatore magnetico ossia questo (in Europa) e questo (in Cina). E’ chiamato PWM TE234.
Per fissare il motore servono 2 viti M1.6. Sono quelle del Kayfun 3 e Lite Plus (ma anche qualche clone del v4). Se non avete Kayfun in casa le trovate qui. La versione 100 giri è arrivata già provvista di viti mentre la 300 giri no (!).
Per fissare le varie parti in plastica servono delle viti autofilettanti diametro della filettatrua 3.5 mm lunghe sui 16 mm circa (vedi video). Sono abbastanza standard e diffuse, si trovano facilmente.
Avrete bisogno anche di un alimentatore con uscita 12v (quelli da 1A vanno benissimo).
Avrete bisogno anche di qualche vite M3 di opportuna lunghezza.

Consigli per il montaggio e per l’uso

Le viti, tutte le viti, non dovrete mai serrarle alla morte perché stiamo parlando di plastica. La tenuta è comunque assicurata.
Usate tanto grasso, possibilmente al silicone, da mettere laddove c’è qualcosa che gira o che fa attrito e nei fori dove avviterete le viti. Ingrassate anche gli ingranaggi del piccolo e potente motorino.
Fate un passaggio di controllo serraggio ogni tanto.
La scatola che contiene il circuito ha un coperchio che va fissato con della colla (a caldo o superattak). La scatola invece potrete fissarla con colla a caldo, superattak o biadesivo.
Per il materiale da usare il PLA va benissimo. Io l’ho stampato in HIPS.
Sotto metteteci le “gocce” di gomma che danno più grip al tutto senza farlo scivolare e comunque se per le clapton non serve altro per le juggernaut dovrete gioco forza fissare il tutto tramite morsetto al piano di lavoro (volendo ci sono 4 fori per avvitarcelo).
Per fare le clapton “bene” avrete bisogno anche di queste pinze a morsetto qua che si trovano facilmente a circa 2 € x 5 pz:

IMG_20160625_194726

IMG_20160625_194900
La loro particolarità è che hanno una “croce” nel punto in cui stringono in cui passerà il filo madre e a 90° metteremo quello che andremo ad avvolgere per fare le clapton. Nelle juggernaut non servono. Si possono usare per fare le clapton anche con il trapano o il dremel. Si trovano a 2-3 € 5 pezzi, se le trovate prendetele fanno davvero molto comodo. Online le trovate qui. A negozio, dai cinesi, si trovano a molto meno.

Per l’utilizzo vi SCONSIGLIO di mettervi li a fare coil “serialmente”. Una volta fatta una coil completa lasciate sempre raffreddare il motore almeno 5-10 minuti altrimenti si riscalda troppo e vi scioglie la plastica.

Qualche foto

IMG_20160625_191107

IMG_20160625_191117

IMG_20160625_191350

IMG_20160625_191358

IMG_20160625_191406

IMG_20160625_191420

IMG_20160625_191434

IMG_20160625_191507

IMG_20160625_191538

Queste sono 2 clapton (SS316 0,39 avvolto con SS316 0,25) e 2 juggernaut (2x KH 0,40 avvolte con Kh Ribbon 0.5×0.1) e due di queste sono quelle avvolte nel video sotto.

IMG_20160625_235749

Disavventure …

Il primo circuito PWM che ho montato è schioppato non appena l’ho alimentato, piccola fumata e via. Fortuna che ne avevo un altro. Posso solo dire che un gemello lo stò usando da almeno 2 mesi in un agitatore senza il minimo problema, evidentemente sarà stato fallato.
Un motore, un 300 rpm, mi è morto. Però non è morto il motore (ancora perfettamente funzionante) bensì si è grippato l’ingranaggio. Anche in questo caso probabilmente era fallato … è pur sempre roba cinese low cost.

IMG_20160626_224710

Su thingiverse trovate tutto il progetto a questo link.

Infine il video !
Sull’articolo ho tirato corto ma ho speso e detto molto nel video per cui se siete interessati a costruirvi questo aggeggio … guardatelo ;).
Mi scuso per la pessima qualità audio … ahimé … (!).

Aggiornamento del 09/07/2016

Ho aggiunto due nuovi file nel progetto.
Queste due nuove parti (ingranaggio motore e parete verticale sinistra) servono per ospitare un nuovo tipo di motore più potente.
Il nuovo motore è questo o questo se si vuole prendere in Cina.
Le nuove parti e il nuovo motore si presentano cosi:

IMG_20160708_234208

IMG_20160708_234217

IMG_20160708_235846

IMG_20160708_235854

Il motore viene fissato con 4 bulloncini M3 lunghi 10-12 mm. Il resto è tutto uguale.

Aggiornamento del 18/07/2016

Aggiunti nel progetto due file per un nuovo tipo di circuito: si trova sul web e si chiama “PWM DC 6V 12V 24V 28V 3A Motor Speed Control Switch Controller
E’ questo:
$_12

Lo trovate su ebay o amazon: link.

Aggiornamento del 03/08/2016 – Agg.x1 In Produzione.

In tanti, ma davvero tanti, mi avete chiesto il coiler. Io purtroppo ho risposto di no perché come sapete il mio tempo libero è quello che è.
Ma ho una buona notizia, la Coiler Master uscirà in produzione con un qualcosa di molto simile: diciamo che il concetto di base, ossia la marcia in più che rende l’oggetto ben funzionale ossia la rotazione dei 2 assi, è presente (non spreco il termine “copiata”) e in aggiunta questa ditta ha portato una bella serie di ottimizzazioni che ne faranno sicuramente un oggetto interessante.
Si chiama Coiler Master 314 e sarà in vendita dai primi di Agosto.
Qui lo vedete in azione.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


Lascia un commento

2 commenti su “The Coiler – Agg. x1 in Produzione