Trasformare una head di un BCC single coil in dual coils 26


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 7760 volte.

Dopo aver postato la recensione del Pro Tank v3 su Esigforum ne è nata una discussione sul come rendere una head di un BCC single coils in dual coils.

L’utente Zio Efest per primo ci si è cimentato e cosi incuriosito mi sono messo a fare la mod e provo a descrivervela.

Ho interpretato la mod a modo mio ma è chiaro che capito il concetto ci sono diverse varianti.

Occorre un dremel e qualche utensile, è una mod alla portata di tutti.

Per prima cosa si deve allargare il foro interno del camino: se guardate da sopra noterete che è ristretto. Quella restrizione non è positiva, va tolta.

IMG_20131224_175106

Si dovranno quindi creare 2 asole nella parte del camino che entra nella head, in questo modo:

IMG_20131224_175807

IMG_20131224_175907

A questo punto si dovrà accorciare il camino, per renderlo lungo come quello del Pro Tank v3:

IMG_20131224_180211

Ultima modifica fa fatta al tappino, che dovrà anch’esso essere aggiornato con 2 asole:

IMG_20131224_181037

Lo scopo di queste asole è quello di permetterci di introdurre almeno 3 wick dentro la head.

Io l’ho rigenerato come il Pro Tank v3, ho usato
– 2 wick da 2 mm in silica per le due resistenze;
– 1 wick da 1 mm (una da 2 dimezzata) come wick da apporre in mezzo.

Ho usato una da 1 mm in mezzo perché altrimenti quella superiore mi veniva troppo alta e rischiava di toccare nel camino e NON ci deve assolutamente toccare per evitare corti circuiti.

IMG_20131224_182137

IMG_20131224_182403

IMG_20131224_182443

Al solito fate i controlli sui 2 positivi per evitare che tocchino nel corpo della Head:

IMG_20131224_182413

IMG_20131224_182416

E una volta tagliata la wick il lavoro è finito !

IMG_20131224_182851

Per il funzionamento vi rimando al video !

In sostanza se avete un dremel e una testina da sacrificare … tentar non costa nulla.

SOLO una cosa: occhio ai corti circuiti !


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.

0

26 commenti su “Trasformare una head di un BCC single coil in dual coils

  • Avatar
    giulio1771

    Ciao e auguri anche a te.
    Ma per fare la res usi del kanthal da?
    E’ res no res, o tutto kanthal?

    • Avatar
      laky 66

      solitamente è res no res, altrimenti rischi il sapore di bruciato quando la resistenza viene a contatto con il gommino, questo perlomeno è come le faccio io.-

      • Avatar
        mc0676 L'autore dell'articolo

        esatto 🙂

        in questo caso kh da 0.20, ma uno 0.15 per fare una dual coil sarebbe meglio.

        • Avatar
          francesc180984

          salve

          intanto auguri di buone feste!

          Vorrei avere un chiarimento per la sezione del res per le micro coils, nel tutorial parli di spessori da 0.20 in su (anche in un commento più in basso) ma qui dici di usare un 0.15, come sta la faccenda?

          ovviamente sono nuovo nella rigenerazione…

          • Avatar
            mc0676 L'autore dell'articolo

            Allora, mettiamola cosi.
            Se vuoi fare una resistenza SINGLE coil è preferibile uno 0.20 come resistivo e rimanere sui 1.5 – 2.0 ohm.

            Se devi fare una dual coil devi per forza di cose fare 2 resistenze che siano sui 3.0-4.0 ohm cadauna, per ottenerne una da 1.5 o 2.0 ohm.
            In questo caso è preferibile usare uno 0.15 perché essendo meno resistivo ti permette di realizzare 2 resistenze sui 3-4 ohm con poche spire, altrimenti con lo 0.20 dovresti fare molte + spire.

            Chiaramente se, come me, procedi con microcoils allora puoi usare anche lo 0.20 poiché fai tante spire e le metti vicine vicine.

            • Avatar
              francesc180984

              ricapitolando, parlando esclusivamente di micro coils,

              se faccio un single coil posso usare 0.20 o 0.25 perchè con una resistenza di 1,5-2,0 ohm non ho il problema di avere troppe spire.

              se devo fare una dual coils quindi 2 resistenze da 3,0-4,0 devo usare un filo più resistivo e quindi con sezione minore da 0.15-0.20 per non incorrere nel problema delle troppe spire?

  • Avatar
    Jack Palladilegno

    Ora… io non me ne intendo… ma siete degli haker 🙂
    La mia domanda riguarda una foto che hai fatto. Come diavolo è possibile che funzioni la resistenza se le spire sono attaccate ???
    Quindi mi vorreste dire che quando si rigenera si possono fare resistenze con spire attaccate ?

    • Avatar
      Jack Palladilegno

      lo ammetto ok… sono ignorante….
      ma io ci vedo 13 spire!!?? C’è qualcosa che mi sfugge michele non può essere quella tutta una resistenza.
      Dove sta il trabocchetto?

      • Avatar
        laky 66

        le spire tutte unite alla fine vengono lette come un unica resistenza e non vanno in corto, il patto è di usare un filo resistivo di grande sezione 0.28 0.30 0.32 in quanto hanno una resistività molto minore.-
        per ogni altra delucidazione in merito guardati il video di Michele sulle micro coil.- (Le micro resistenze)

      • Avatar
        mc0676 L'autore dell'articolo

        eheh non è un trabocchetto, sono le microcoils e le spire possono, anzi devono, stare ben attaccate 🙂

        nel blog c’è un tutorial, dagli un occhio è tutto spiegato.

        In pratica nelle resistenze normale la corrente viaggia in senso rotatorio, con la microcoil, invece, corre nel senso della lunghezza della resistenza :).

  • Avatar
    marcobg

    Grazie e tanti auguri anche a te Michele!
    Avevo già provato il dual coil sul Kanger V2,ma senza fare quelle modifiche,e il risultato è stato un hit pari a zero,ora provo con queste modifiche per vedere se migliora.
    Ciao

  • Avatar
    laky 66

    Caro Michele scusami se mi sono permesso di rispondere agli amici del blog,
    Comunque contraccambio i migliori auguri di Buon Natale e di un sereno Anno nuovo.

  • Avatar
    laky 66

    Ciao Michele, scusami ma so che non è questo l’argomento,
    ma mi trovo in difficoltà con l’ultimo acquisto.
    Per natale mi sono regalato una box (sva box dna20d) ed a corredo ho preso un giotto.
    Quest’ultimo versione in titanio il pin molto rintrato rispetto l’ attacco 510 e non fa contatto, lo provato anche su altri bb tipo provari, ma niente.-
    Guardando sul web non riesco a trovare nessun video come smontare il giotto, sai per caso se il pin del giotto e del tipo regolabile come quello del russian????? ho come si può smontare .-
    ti ringrazio.

    • Avatar
      mc0676 L'autore dell'articolo

      La SVA è dotata di vaschetta sunbox (del sole) con pin regolabile.
      sei sicuro che il problema non sia del pin della vaschetta ?
      Il pin del giotto cmq NON è regolabile, gioco forza devi agire nella box che è corredata di chiavetta per la regolazione.

          • Avatar
            laky 66

            Come pensavo io, avendolo acquistato su un negozio fisico della mia zona
            lo riporto al negozio e me lo faccio sostituire.-
            comunque grazie mille come al solito sei la risoluzione di mille problemi.-
            Rinnovo i miei auguri di buon natale e sereno anno nuovo a te e a tutta la tua famiglia.-

            • Avatar
              yasu75

              Il pin del Giotto è regolabile, basta svitarlo da sotto con un giravite a taglio con lama adeguata 🙂

              • Avatar
                laky 66

                Ciao Yasu 75
                allora mi confermi che il pin del giotto è regolabile come quello
                del russian, posso allentarlo senza problemi??

                • Avatar
                  mc0676 L'autore dell'articolo

                  Ha ragione Marcello ti ho detto una ferreria, nel Giotto puoi regolare il pin semplicemente svitandolo 🙂

                  • Avatar
                    laky 66

                    ringrazio entrambi per i chiarimenti,
                    e faccio i complimenti:
                    a Michele per il blog fonte inesauribile di idee, e sicura fonte di notizie;
                    a yasu 75 per essere intervenuto in mio aiuto e per l’ottimo atomizzatore,
                    ora mi sto godendo il giotto, veramente un ottimo vaporetto.:-)

  • dante801
    dante801

    ho finito adesso di farla res da 1.8 a 12w sul semovar per il momento va benone nessun sapore di bruciato al prossimo serbatoio alzero i watt vediamo a quanto si puo salire (se non si fonde prima il protank) ps di nuovo buon natale

  • dante801
    dante801

    ALLA FINE sono arrivato ha 13,5 watt con res a 1,8 ohm però a meta del secondo tank sono arrivati i problemi.ha incominciato a perdere liquido dal pin centrale ho smontato la coil e mi sono accorto ke la wick da 1mm quella in mezzo si e sfilacciata a piccole strisce quindi ho rifatto la res con tre wick da 2mm mi e venuta un po bassa 1.1ohm ma per il momento funziona cmq consuma come un ferrari sia liquido ke batteria ma ne vale la pena ottima mod come sempre grazie michele ps sto provando la ceramica nel fogger ed il fogger sembra rinato…cmq grazie

  • Avatar
    Shangri_La

    Salve,
    mi sono appena iscritto dopo aver visto un sacco di video su youtube. Svapo assiduamente da 4 mesi dopo aver avuto una brutta esperienza con una ovale elips c che mi ha spinto a fumare nuovamente le sigarette analogiche. Ad oggi fumo una ego normale (come atomizzatore non so bene cosa sia c’è scritto JUSTFOG RoHS) devo dire che mi trovo bene anche se adesso vorrei qualcosa in più. Mi sono documentato sui vari big battery anche se al momento € c’è ne son pochini. Volevo ringraziarti perchè grazie ai tuoi video sto pian piano riuscendo a capire qualcosa anche se per me è umanamente impossibile rigenerare qualsiasi cosa.

    • Avatar
      FabioV

      il Justfog è uno dei clearo popolari del momento, per avere qualcosa di meglio dovresti salire di livello .. ma, come dici tu, i BB e gli atom rigenerabili costano parecchi euri …

      N.B.
      RoHS è la normativa 2002/95/CE (chiamata comunemente RoHS dall’inglese: Restriction of Hazardous Substances Directive) adottata nel febbraio del 2003 dalla Comunità europea. In realtà, in questa data la normativa è stata estesa a livello comunitario, negli anni precedenti ogni stato dell’unione aveva una legge separata. La prima nazione a introdurre una norma simile è stata la Germania nel marzo del 1995 seguita dall’Inghilterra nel 1996. In Italia bisogna aspettare il 1998. La normativa impone restrizioni sull’uso di determinate sostanze pericolose nella costruzione di vari tipi di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

      In pratica si tratta di un marchio di qualità così come il CE 😉

I commenti sono chiusi.