Vamo VV e Joyetech eVic, promozioni e bocciature. 6


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 15780 volte.

Ultimamente sono stati immessi nel mercato questi 2 BB vari volts.

Il primo costa sui 40 € e l’altro sui 100 €.

Sulla base di test attendibili presenti sul web scrivo questo articoletto facendo alcune considerazioni.

JOYETECH EVIC

L’eVic destava molta attesa perché oltre ad avere un’elettronica molto avanzata portava innovazione nel campo delle esig permettendo all’utente di utilizzare il PC per “divertirsi” con statistiche e settaggi.

L’eVic è un BB step up, come il Provari. Ossia funziona con una singola batteria da 3.7v e grazie all’elettronica può erogare fino a 5 volts (partendo da 3).

Negli ultimi giorni sono stati effettuati diversi test e quasi tutti, ad unanimità, hanno dimostrato che l’eVic è piuttosto bugiardo, nel senso che non riesce ad erogare i 15w dichiarati.

In particolare in realtà arriva ad erogarne appena 11 watt (scarsi) e i suoi campi di applicazione migliori vanno da atom di 1.8 ohm in sù.

A questo indirizzo potete trovare un interessantissimo test di prestazioni dell’eVic da cui appunto di evince che la potenza che eroga è piuttosto scarsa.

In particolare questi sono i wattaggi ottenibili con i vari atom, impostando il wattaggio che si desidera ottenere (colonna “Soll”).

Come potete notare, è molto bugiardo.

In parole povere, eVic ve lo sconsiglio.
Può avere senso (neanche tanto a dire il vero) se utilizzate solo phantom o solo sistemi con resistenze da 2 a 2.8 ohm circa.
Ma tenete presente che otterreste le solite prestazioni, praticamente, con una ego twist e quindi … vedete voi.

IL VAMO

Arrivato molto silenziosamente nel mercato, questo BB VV al momento sembra un oggetto molto valido.
Al pari dello ZMAX RMS può infatti funzionare come booster step up con una singola batteria (sia 18350 che 18650) ma può anche funzionare da step down con 2 batterie 18350.

Anche questo VV è stato testato dai soliti specialisti, a questo indirizzo trovate un interessante comparazione proprio con lo ZMax.

Questo che vedete è un confronto con lo Zmax RMS in modalità RMS, cioè con una 18650 e quindi modalità booster.

I due VV se la giocano ad armi quasi pari, lo ZMax si evince che abbia qualcosina in più da giocarsi, ma entrambi vanno senza problemi sopra i 13w.

Insomma, considerando che costa solo 40 € questo Vamo sembra davvero molto interessante, almeno per ora.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.


6 commenti su “Vamo VV e Joyetech eVic, promozioni e bocciature.

  • marco drago

    Ciao michele, innanzitutto ti ringrazio per i consigli che mi hai dato nel comprare i miei “attrezzi”.
    In realtà il mio era un ritorno, perchè per 4 mesi svapai nel 2010, ma ho lasciato perdere perchè i filtri modello ego-t non mi piacevano, finivano troppo presto e il fumo in drip era buono ma troppo laborioso.
    Detto questo, fermo restando che il vamo è sicuramente meglio dell’evic, non costa esattamente 40 euro per chi non ha attrezzi (per chi li ha si).
    Non c’è caricabatteria e non c’è batteria, quindi si avvicina più ai 65-70 euro se confrontato con evic (che li fornisce), per chi deve comprare il primo bb.
    Ma se è meglio…. è meglio, e costa pure meno…..
    Lo comprerò, visto che ho deciso di avere un bb ( più che altro per problemi di autonomia).

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      E’ vero quel che dici, ma io opterei per un Vamo rispetto all’eVic anche se costasse 140 € 🙂

      Perché il confronto è impietoso, il Vamo è di molto superiore.

      Magari sarà meno affidabile, vedremo.

      Ne ho presi 2 giusto oggi, da smontare per utilizzare l’elettronica per farmi 2 box.

  • marco drago

    allora… buone feste se sarà l’ultimo messaggio di quest’anno.
    Ma il vamo l’hai preso in italia?
    L’unico che ho trovato è bestshop (irlanda?)
    Se conosci sito italiano puoi darmi il link? (digitalvapers da 3 settimane mette la prevendita, ma non arriva mai).

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      No io sono stato un pò parecchio pirla l’ho preso da ego2.pl … su the beste shop è dove costa meno.
      In italia sapevo anche io di digital …

  • 80teo

    per 40 euro me lo prenderei ma siamo alle solite…ho letto che con la batteria 18650 se è completamente carica non funziona…confermate?
    tra questo e il lavatube v4 cromato?

    • mc0676 L'autore dell'articolo

      Ma veramente a me funziona con la 18650 … limitato a 11-12w ma funziona.

I commenti sono chiusi.