La manifestazione di ieri a Roma 4


! Questo articolo non è aggiornato da oltre due anni e considerando quanto si sta evolvendo velocemente il mondo della sigaretta elettronica è probabile che il contenuto di questo articolo non sia più attendibile. Ti invito quindi a usare la funzione cerca per cercarne uno più recente e attuale.

Articolo letto 2772 volte.

Ieri a Roma c’è stata la manifestazione indetta da Anafe in simbolo di protesta contro la proposta di legge “famosa” che se convertita in legge di sicuro ammazzerà la sigaretta elettronica.

Un video a riguardo:

Leggendo qua e la ho constatato una certa “polemica” sul fatto che le presenze alla manifestazioni non fossero in realtà “parecchie” ma, a parte questo, in diversi hanno lamentato il fatto che diverse catene di Fumo Elettronico avevano bandiere a sé e la “cosa” sembrava essere come una sorta di raccoglitore di “banner” pubblicitari.

Onestamente non vedo cosa di male potrebbe esserci in questo … quando il popolo manifesta per un qualcosa … solitamente i manifestanti hanno diverse bandiere … delle diverse sigle sindacali o partiti politici … e quindi se ieri è accaduta una cosa del genere la trovo perfettamente “normale”.

Va anche detto che certi “Big” dello svapo italiano … non c’erano e anche se la “motivazione” ufficiosa è stata “non abbiamo niente a che fare con Anafe” penso che i produttori/venditori che hanno disertato la manifestazione hanno di fatto perso l’occasione per non smentirsi.

Nel senso che, da buoni italiani, guai a “far tavolo comune” con “avversari” nonostante il problema sia comune.

Anche perchè, diciamocelo, a prescindere dal colore delle bandiere, alla fine lo prenderanno nel posteriore tutti allo stesso modo e quindi forse ieri poteva essere l’occasione per fare qualcosa di grandioso tutti insieme (parlo dei venditori e produttori !).

Invece niente 🙂

Ah ma già, siamo in Italia. LOL.


Mi chiamo Michele e sono del '76.
Ho cominciato ad usare la sigaretta elettronica ad inizio 2011 e da allora non ho più acceso una bionda analogica.
A metà 2011 ho iniziato a raccontare la mia avventura nel mondo delle sigarette elettroniche attraverso Esigblog che rappresenta il mio diario personale dove annoto tutte le mie esperienze.
A dispetto di quello che i miei lettori possono immaginare io non sono affatto un esperto di sigarette elettroniche: se è vero che spendo parte del mio tempo libero per scrivere articoli e girare video è vero il fatto che non trascorre giornate intere a documentarmi su tutto quello che riguarda la sigaretta elettronica.
Ed è per questo motivo che i miei video o i miei articoli potrebbero contenere informazioni o notizie non attendibili o prive di fondamento.
Prendi atto di questo e se decidi di continuare a leggermi prendimi per quello che sono ossia un semplice appassionato di sigarette elettroniche.

Grazie, Michele/mc0676/svapators.

0

4 commenti su “La manifestazione di ieri a Roma

  • Avatar
    fresh81

    Michele è impossibile far tavolo comune e basta guardare un po’ le pagine facebook per capirlo. Sono nate innumerevoli catene in franchising dai nomi tutti uguali che pur di vendere la loro ego rimarchiata a 40 euro sarebbero pronti a tutto. La guerra interna è tremenda perchè se uno vende una batteria a 20 euro è immondizia se invece l’altro la vende a 50 con il logo sopra è oro. Se dici che con 20-25 euro prendi una Spinner 1300 spedita a casa ti dicono che evadi iva dazi fisco, che ti scoppia in faccia e che se ti beccano vai in galera. Mi dispiace dirlo, perchè sono un consumatore, ma questi imprenditori improvvisati che vogliono crearsi il loro monopolio fatto di false informazioni è giusto che si prendano una batosta. In fondo lo Stato è quello che è e lo sappiamo tutti….ma il popolo italiano non è molto meglio.

  • Avatar
    cosentino arcangelo

    Da sottoscrivere e aggiungere ancora a mio parere parecchie cosette una tra tutte SONO LORO I PRIMI AD AMMAZZARE LA SIGARETTA ELETTRONICA ,non riuscendo a capire che se non si danno una mossa smettono ,porto ad esempio la città in cui vivo ” sti imprenditori di egig” ci sono circa (15/20) rivenditori a vario titolo, hanno in vetrina ,una ego in tutte le salse e liquidi ,ma cosa pensano? Un saluto a tutti ciaoooo

I commenti sono chiusi.